Giorgio-Squinzi-neo-eletto-presidente-di-Confindustria_h_partb

di De Vita Matteo.

E’ letteralmente vergognoso il titolo dei giornali di oggi che centrano l’attenzione sul reparto industriale che acquista pagine di tutti i giornali per mandare un messaggio con scritto: “il tempo è scaduto”.

Voglio ricordare a tutti gli industriali presenti sul territorio nazionale che i campanelli d’allarme si sono sentiti dal 2008 quando la crisi fece il suo esordio con ben 637.000 aziende andate in default con la successiva chiusura. I vertici dei vari poli industriali perchè dal 2008 ad oggi non hanno fatto sentire il loro grido d’allarme? Perchè li vediamo adesso nei vari talk show a dichiarare che non c’è più tempo e che bisogna immediatamente restituire il futuro ai giovani?

Senza dubbio gli industriali sono molto scossi dalla situazione politica attuale e naturalmente se a circa 50 giorni dal voto non si è riusciti a fare un governo, figuriamoci quanto tempo ci vorrà per far ripartire i settori legati al consumismo.

Giorgio Squinzi di Confindustria dichiara: c’è bisogno di uomini di buona volontà che si rendano conto che la situazione economica è drammatica”. Il Presidente di Confindustria insiste sul fatto che “non c’è più tempo da perdere, come dice la pagina pubblicitaria che abbiamo pubblicato su tutti i giornali. Il tempo è scaduto”.

A mio avviso il presidente di confindustria doveva preoccuparsi analizzando i dati economici completamente fallimentari degli ultimi tre anni. Gli industriali in Italia sono a corto di idee, creando sviluppo di vecchio stampo, con vecchie tecnologie, innamorati sempre dei finanziamenti statali e dei cittadini, insomma, industriali che vogliono il guadagno facile senza mai rischiare loro capitali come fanno tutti gli imprenditori coscienti e consapevoli del rischio che si corre quando si apre un impresa. Gli industriali no, aspettano sempre “lo zio stato Italiano” che deve sempre intervenire quando i loro progetti si rilevano completamente fallimentari.

Adesso piangere sui giornali non migliorerà la situazione, anche perchè come dico sempre, non si deciderà a Roma il futuro economico dell’Italia.    Andate un pò più a Nord presso la sede di piazza affari a Milano e ne capirete molto di più.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: