Strani Amori

cuore-infranto-460

di Matteo De Vita.

Scrivendo sempre articoli riguardanti l’economia e la politica, oggi ho deciso di cambiare argomento con l’intenzione di scrivere qualcosa legato a noi giovani, al gossip e a tutto quello che succede intorno a questa parola, semplice da pronunciare ma difficile da mettere in pratica. Descrivere le realtà sul gossip giovanile è molto più difficile che scrivere un articolo di economia o di politica. Per cercare di capire nel dettaglio quale sia stato il cambio generazionale, mi collego a quando uscivo in piazza con i miei amici all’età di 16 anni, dove oltre al divertimento di quella tenera età, si cercava il flirt con la bella della villa o della compagnia, cercando di conquistare il suo cuore e di intraprendere un percorso di coppia legato al sentimento, alla passione, al puro amore dedicato alla nuova compagna, senza darsi troppi pensieri per la testa.

Nei giorni d’oggi le cose sono cambiate radicalmente, come se un nuovo evento ha messo in secondo luogo i sentimenti, le passioni, il vero amore, il costruire un percorso di coppia pensando al futuro fatto di famiglia, bambini, ma sopratutto d’amore per la propria donna. Uscire oggi per andare nei nostri locali di paese è diventata una competizione costante su chi indossa la giacca all’ultima moda, chi compra le scarpe da urlo, chi appartiene al gruppo che scatena più gossip legato alle dicerie di paese, insomma una battaglia a chi alza più polvere.  Uscendo con i miei amici ascolti ragazze (per carità non tutte) dai 18 anni in poi che nelle loro conversazioni citano testualmente: “mi sono lasciata con il mio ragazzo perchè non mi trasmetteva più nulla”  –  “fumo perchè lo fanno anche le mie amiche”  –  “ma anche tu hai preso il tacco 12?”  –  “quanto mi vorrei trombare quello solo perchè mi piace”.  La migliore di tutte che ho sentito: “con quello ci sto giocando solamente, nel senso che lo voglio far soffrire e basta”. Naturalmente il mio punto di vista è influenzato dal mio sesso ma probabilmente può essere condiviso anche dalla controparte femminile con sfumature diverse.

La domanda sorge spontanea: dov’è finito l’amore fatto di sentimenti? dov’è finito il rispetto? dov’è finito il donare tutto per la propria compagna o compagno? Sembra d’essere finiti nel discount del fidanzamento, dove ognuno fa quello che vuole, fregandosene altamente dei valori più importanti, quei valori che i nostri genitori hanno cercato di trasmettere alla nuova generazione.  I rapporti che viviamo nel nostro territorio sono un continuo susseguirsi di eventi strani, come se la stranezza sia diventata moda. Una stranezza fatta di ragazzi e di uomini consapevoli che le loro ragazze o donne pretendono una libertà che va oltre i confini del rispetto, una stranezza che rende donne e uomini impotenti in base al contesto: esempio classico è quello in cui non sei ritenuto alla moda se non fumi, se non ti ubriachi, se non sei disposto a superare determinati limiti, se invece del tacco 12 porti una scarpa semplice, se invece del locale che va di moda nel paese scegli un film a casa, se appartieni ad un gruppo fashion o ad un gruppo meno fashion, quindi ad un gruppo meno conosciuto su cui non si possa scatenare il chiacchiericcio del sabato sera.

Vedendo tutto questo dove la stranezza è diventata moda mi chiedo: dove è finita la normalità?

Questa stranezza che va di moda fa passare per diversi i ragazzi che mandano delle rose alla propria ragazza per dimostrare il loro sentimento, oppure passa per diverso chi scrive lettere d’amore o semplicemente scrive perchè cerca di esprimere al meglio le proprie volontà. Dove sono le lunghe passeggiate in spiaggia? Dove sono gli incontri per un semplice bacio sotto casa? Dov’è l’amore semplice? Quell’amore che mette davanti a tutto il sentimento e non quello che ti dicono gli amici, quell’amore che privilegia un progetto futuro e che non si limita a preoccuparsi su quanto durerà una storia, quell’amore semplice, vero, solare, un amore che non ha orari, che non ha obblighi, un amore puro e semplificato.

Scavare nel cuore della persona che amiamo significa mettere radici sane nel percorso della vita. I rapporti creati per fare gossip sono come i giornali: li leggi oggi per riempire la spazzatura di domani.

L’amore immaturo dice: “ti amo perché ho bisogno di te”.

L’amore maturo dice: “ho bisogno di te perché ti amo”.

Viva l’amore e il sentimento, quello vero!

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: