sigaretta-elettronica299.jpg_415368877

 

di De Vita Matteo.

Crollano le entrate statali delle accise sul tabacco, esplode il fenomeno delle sigarette elettroniche, decolla il contrabbando e il fisco si adegua, anzi stanga a dovere. O almeno ci prova. L’Agenzia delle entrate generalizza e non conferma, però è certo che il settore del fumo elettro è il business del momento (in pieno boom) per evitare l’attenzione del fisco e degli interessi dello stesso. Quando la sigaretta elettronica iniziò il suo percorso, nessuno ai vertici diete l’attenzione dovuta, ma dopo un paio di anni, arrivati i primi crolli del gettito, ecco “zio fisco” che si sveglia per capire come deve ricevere la propria fetta di torta. Stando ai dati diffusi qualche giorno fa dal Dipartimento delle politiche fiscali, nei primi due mesi del 2013, il gettito da tabacco è stato di 1.607 milioni di euro accusando un calo di 132 milioni (-7,6%). tradotto: un punto percentuale di calo del mercato si traduce in circa 130 milioni di mancate entrate per lo Stato su i.v.a. e accise.

Il Fisco adesso decide di puntare o meglio tassare su quelle elettroniche. In parallelo esplode il contrabbando, salito del 300% dal 2009. Così le Entrate e “zio fisco” studiano come tassare i liquidi da ricarica delle sigarette elettroniche.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: