f6f6e50a976b93734af005e6035ab1b6

di Matteo De Vita.

E’ confermato. Dopo la verifica dei dati acquisiti dai vari istituti di monitoraggio possiamo dichiarare che la città di San Pio diventa sempre più povera. Ad incrementare questo dato, sicuramente le “non iniziative” effettuate dall’attuale amministrazione Pompilio che continua il suo operato nel “totale anonimato”. Convocano continue giunte, commissioni e di buone iniziative legate alla distribuzione di ricchezza e creazione di produttività anche imprenditoriale nulla si è visto. Un “ribaltone” che finora ha portato ulteriore calo di produttività della città che il Sindaco stesso dichiara essere un “faro nel mondo”.

I dati sulla povertà sono sempre più preoccupanti: 5.800 le persone disoccupate (quelle dichiarate), altre 2.200 quelle disoccupate dormienti che non hanno neanche effettuato domanda di disoccupazione perchè oramai sfiduciati dalla pubblica amministrazione che non tutela i cittadini. Sul fronte imprenditoriale facendo l’esempio del settore commerciale dove vediamo mancati incassi di oltre 3 Milioni solo per l’ultimo anno. A peggiorare le cose sicuramente durante il 2013 saranno le ulteriori tassazioni che l’amministrazione comunale ripercuoterà sui cittadini con il pagamento della tassa sullo smaltimento rifiuti che, sicuramente sarà molto salata specie per la sua presentazione ai cittadini dato che farà sborsare ai cittadini 3 acconti per bastonarli infine con una maxi rata che sarà decisa solo dopo aver verificato in quale stato saranno le casse comunali che non promettono nulla di buono visto l’anticipo di cassa storico richiesto alle banche, dove naturalmente i cittadini pagheranno gli interessi su eventuali scoperti di conto corrente.

“Si Insieme” era lo slogan elettorale.

 

Annunci

Commenti su: "Città di San Pio sempre più povera." (1)

  1. Massimiliano Pitacco ha detto:

    Si insieme nel baratro dovrebbero riscrivere lo slogan.Ma ognuno ha quello che si merita nella vita e noi cittadini ci meritiamo questa gente.Quelli che verranno? Uguali se non peggio di questa gente. Quelli di prima? Uguali se non peggio di questa gente. BISOGNA CAMBIARE LE TESTE DELLA GENTE NON IL NOME DEL PARTITO.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: