krokodil-4

 

Fonte scienza panorama.

KROKODIL – Ecco arrivata in europa la nuova potentissima droga “Krokodil”. La krokodil è una potente droga ancora poco conosciuta in Europa. Nonostante sia venuta alla ribalta già dal 2010 in Russia, per fortuna per il momento non è ancora molto famosa. Si tratta di un miscuglio di sostanze chimiche, è tre volte più potente dell’eroina ed ha un costo di gran lunga inferiore a qualsiasi droga in circolazione. La sua diffusione si sta velocizzando giorno dopo giorno, soprattutto perché è facile da produrre e procura potenti effetti.E’ composta da: Codeina (sostanza che si trova nei più comuni analgesici). Benzina, olio, detersivo industriale e iodio. E’ una droga che ti mangia dose dopo dose, attacca le ossa e sulla pelle si formano grandi piaghe, ragione per cui molto spesso si è costretti a ricorrere all’amputazione degli arti. Ora c’è il rischio che questa pericolosissima droga si diffonda anche in Italia.

Il primo, grave, allarme nei confronti della droga killer è arrivato in Italia lo scorso agosto, quando anche Panorama.it si occupò di Krokodil. Ora se ne torna a parlare, ma a che punto sono i controlli sulla diffusione di questo stupefacente, in grado di sciogliere la pelle e le ossa, e si far squamare proprio come un coccodrillo? Secondo gli esperti del Dipartimento Politche Antidroghe italiano, il monitoraggio del territorio è costante e tutti gli operatori sanitari sono stati allertati in modo da segnalare immediatamente eventuali casi nei quali si fossero imbattutti.

In campo è sceso il Sistema Nazionale di Allerta, a sua volta chiamato in causa da una segnalazione dell’Osservatorio Europeo sulle droghe e le tossicodipendenze OEDT, per la sempre maggiore diffusione di questa droga in Russia, fin dai primi anni 2000, in particolare in Siberia, e di recente anche in Germania (dal 2011 diversi i casi segnalati in territorio tedesco ). Il problema è anche la difficoltà nello scoprire eventuali casi, se non quando è troppo tardi. L’ingrediente principale di questo mix letale è la codeina, in Italia considerata uno stupefacente da oltre vent’anni (DPR 309/90). Questo principio, però, è lo stesso contenuto nei principali farmaci per calmare la tosse, l’emicrania o nei medicinali contro il mal d’orecchie dei bambini, anche molto piccoli. Da qui la facilità nel reperirla, per poter confezionare la “miscela” letale di Krokodil, con un semplice fai-da-te. Alla codeina, infatti, vengono aggiunti semplice detersivo industriale, benzina, olio e iodio. Sostanze tutte facili da reperire, tanto che la droga viene definita “da strada” in Russia, dove è molto diffusa, ma anche in Ucraina e Bielorussia, dove il consumo è aumentato.
“Siamo di fronte ad un mix di sostanze molto pericoloso” secondo quanto dichiarato da Giovanni Serpelloni , capo del DPA, “che dopo essere stato “cucinato” a domicilio, viene iniettato per endovena dai tossicodipendenti, immeidatamente con gravi ed irreparabili danni ai tessuti”. Secondo il DPA in Italia non ci sono al momento casi, ma l’attenzione è massima e l’invito è chiarissimo: “Vogliamo ricordare ai consumatori di evitare qualsiasi assunzione di questa sostanza in caso ne venissero in contatto, e agli operatori di segnalare immediatamente eventuali casi riscontrati al Sistema di Allerta, attivando contemporaneamente cure antibiotiche in ambiente specialistico”.
Gli effetti di Krokodil, infatti sono devastanti fin dalle primissime assunzioni: dopo le prime due iniezioni in endovena si crea dipendenza. Al primo contatto con i tessuti interni, li danneggia in modo irreparabile, dissolvendo il tessuto ossseo, mentre la pelle si squarcia, con la formazione di grosse piaghe, a volte così spesse da rendenre necessaria l’amputazione degli arti. La speranza di vita di chi assume Krokodil in modo continuativo è bassissima: da 1 a 3 anni. Solo 1 tossicodipendente su 100 riesce a disintossicarsi. Solo in Russia si stima che 100.000 ragazzi muoiano ogni anno per colpa di Krokodil, su una popolazione 2,6-6 milioni di tissicodipendenti. Tutti sono giovanissimi: l’età media è inferiore ai 30 anni, ma ci sono anche 12enni che ne fanno uso.
La diffusione di Krokodil nell’ex Unione sovietica, d’altro canto, è facilitato dal fatto che viene considerato un’alternativa più economica alla eroina. Ma la desomorfina, nome scientifico del principio attivo derivato dalla codeina, è anche molto più potente della morfina: fino a 8-10 volte in più. Inventata nel 1932 negli Stati Uniti, venne subito subito impiegata come potente analgesico, come la morfina dalla quale appunto deriva.

 

Annunci

Commenti su: "Allarme Krokodil in Italia. La droga che scarnifica." (15)

  1. Re della Collina ha detto:

    bravi, così adesso tutti sanno come farsela… se non faceste il vostro lavoro il mondo sarebbe un posto migliore!!!

    • The rage above the clouds ha detto:

      Di sicuro non sarà quest’ articolo a spiegare COME farla, e onestamente, a chi cazzo verrebbe voglia di farsi stammerda con un’ immagine di testa come quella? costerà anche poco, ma se proprio c’è gente che vuole farsela, che si buchi, così si fa una bella sfoltita di idioti.

    • Un’articolo scritto con i piedi…

    • Davvero? Perché secondo te produrre una sostanza chimica è come cucinare? Mescoli tutto e speri che vada a buon fine? Ma per favore!
      E se devi commentare in modo cosi ipocrita, fai proprio a meno. Se devi puntare il dito contro qualcuno, puntalo verso le associazioni a delinquere che si ingrandiscono spacciando droga, puntalo contro i spacciatori, o puntalo contro lo stesso governo che dovrebbe occuparsene per salvaguardare il proprio popolo, non contro i blogger o i giornalisti, che fanno il loro dovere a tenerti informato e all’erta di cosa sta succedendo nel mondo.

      • giacomoroma ha detto:

        Beh, non è inesatto ciò che dici, certo che produrre sostanze non è come cucinare, ma in ogni caso era comunque meglio tenersi gli igredienti per sè. Soprattutto alla luce del fatto che qui ancora non è così diffusa. Che vogliamo fare, cominciare a dargli i vantaggi proprio noi??
        Considerato anche il fatto che purtroppo bisogna essere consapevoli che in giro ci sono un mare di idioti, bisogna pensare che c’è il rischio che qualcuno magari intanto provi a cucinarla senza sapere le dosi giuste, e ti ASSICURO che questa gente c’è!
        Poi, se vogliamo dire stronzate come quella che ho letto poco più su, del tipo “se c’è chi vuole farsela che se la faccia, almeno diamo una bella sfoltita di idioti”, allora siamo liberi di dire puttanate come ci pare; se invece vogliamo prendere sul serio l’argomento, come mi sembra sia stato fatto – tanto da scriverci un articolo -, bè, allora usiamo anche il cervello e non diamo vantaggi a nessuno!!!
        Per adesso abbiamo distribuito questa bella ricetta, adesso vediamo se riusciamo almeno a tenerci per noi le quantità e il procedimento.
        Usiamo la testa prima di scrivere o parlare.

    • giornalista lavoro di merda !!

    • Nome e Cognome ha detto:

      Non mi sembra che abbiano detto le dosi o cosa, e ad ogni modo non l’hanno reso pubblico solo loro, se cerchi su internet trovi ricette moooolto più precise.. Questa si chiama informazione, se non facessero il loro lavoro i potenti sarebbero molto più felici, si troverebbero a governare un ammasso di corpi senza un cervello, senza una cultura, senza un pensiero, altro che posto migliore.

  2. il re della collina ha detto tutto !!

  3. Secondo me lo sviluppo dell’uso delle droghe pesanti è principalmente causato dalla non permissione dell’uso delle droghe leggere, quindi dalla non separazione tra le droghe e dalla necessità di trovare droga “semplice da fare, economica e potente”. E’ sempre esistita una certa percentuale di malati mentali che pur di farsi sniffano colla, questa è solo un’orrida evoluzione.

  4. Senza Parole ha detto:

    Quoto in pieno…era necessario dire da cosa è composta?Avete pure specificato in quali farmaci è presente la sostanza…prossima volta fatevi gli affari vostri.

  5. sinceramente non capisco né l’utilità dell’articolo (l’allarmismo insulso di questa frase è emblematico: ”Secondo il DPA in Italia non ci sono al momento casi, ma l’attenzione è massima e l’invito è chiarissimo”), né tantomeno il motivo per cui un autore di articoli di questo tipo possa permettersi il lusso di non rileggere ciò che ha scritto: i refusi, le sviste e i veri e propri errori, sintattici e non, sono parecchi. Hai assunto Krokodil prima di metterti a scrivere?

  6. Ma cosa significherebbe che è tre volte più potente dell’eroina? Nulla, perchè ogni sostanza ha effetti diversi, e sicuramente non assimilabili con questo pressapochismo. Mi spiace ma l’articolo è scritto in modo poco completo, anzi, fuorviante e capzioso.
    Che fonte è Panorama? E inoltre, chi sarebbe così sciocco da assumere una sotanza del genere, e ancor più sciocco da venderla? Bah…

    • giacomoroma ha detto:

      Lavin, ciò che hai scritto rispetto agli accostamenti tra le droghe lo condivido, ma per quanto riguarda lo scetticismo nei confronti del fatto che esista qualcuno così stupido da assumerla, bè, devo darti completamente torto.
      Oltre ad aver personalmente visto centinaia di persone assumere le più disparate schifezze, nei più schifosi ed antigienici modi, ho due amici che sono stati in Russia un anno e mezzo fa, ed hanno visto con i loro occhi diversi di questi casi nell’Ospedale della città – della quale ora non ricordo il nome. In più puoi fare una veloce ricerca in internet e trovare piùdi un documentario su questa maledetta droga! Ti assicuro che ti viene il vomito a guardare certe scene, e purtroppo si, ci sono disperati senza più cervello che arrivano a farsi questa merda. Bisogna sempre tenere a mente che il Mondo, la vita, non è soltanto quella che noi vediamo tutti i giorni andando al lavoro o uscendo con gli amici. Ma dove ci sono degrado e disperazione, dove la vita non conta più nulla perchè non gli si dà più il valore che si dovrebbe, esistono realtà che noi comuni mortali nemmeno immaginiamo. Credimi.

  7. tifosisinasce ha detto:

    ce ne vuole per essere più scemi e prendersi droghe simili…

  8. lama donna ha detto:

    quando sei un ragazzo della siberia che vive nella povertà e probabilmente non gliene fregherebbe a nessuno se morissi per strada in un paese di merda quale è la russia forse è la fine più facile da trovare, visto che sanno che moriranno, oppure sniffi colla per sopportare la fame. il problema sono i politici di merda non la gente.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: